Articoli

C64 COMPOSITE/S-VIDEO OVER SCART

Buongiorno a tutti,

finalmente un po’ di ferie per dedicarmi a retro lavori in arretrato. Oggi giornata di costruzione cavi video. Presento un progettino (di cui ho già pubblicato una bozza di schema sul gruppo) ovvero un cavo Composite Video / S-Video over scart per Commodore 64. E’ possibile, mediante una presa SCART, realizzare un cavo che permette di avere a disposizione due modalità video: Composite Video ed S-Video, su presa SCART. Tale connessione è utile in mancanza della presa S-Video di un comune televisore CRT (a basso costo) oppure di un moderno LCD. Consiglio vivamente, in quest’ultimo caso, l’utilizzo di un monitor massimo di 15 / 17 pollici. Ho testato il cavo su un 49 pollici e, come dire, avrei potuto giocare a scacchi… .

Nota di attenzione: questo schema (Composite Video / S-Video over SCART) si riferisce solamente a macchine Commodore con presa DIN 8. I modelli di Commodore con presa DIN 5 possono utilizzare solamente il collegamento predisposto per il Composite Video. Il cavo quindi è di più facile costruzione e contempla solamente il segnale Composite Video.

Passo ora alla descrizione delle connessioni del cavo. In riferimento alla presa di connessione lato saldatura della DIN 8, il pinout da rispettare è il seguente:

Il pin 1 (Audio Out) porta il segnale audio mono. Qualora si volesse optare per l’utilizzo di un monitor/televisore “stereo” è possibile seguire due strade. La prima strada consiste nel portare due cavetti alla SCART (entrambi facenti capo a questo pin). E’ possibile, in alternativa, collegare il pin 2 della SCART direttamente al pin 6 con lo scopo di replicare il collegamento. Nel caso si volesse “portare fuori” l’audio (per utilizzare un gruppo di casse esterne in dual mono), è consigliabile optare per la prima soluzione.

Il pin 2 (Massa) porta il segnale massa comune, a questo pin sono collegate anche le schermature dell’audio.

Il pin 3 porta il segnale di luminanza (LUMA).

Il pin 4 (Audio In), può essere portato a massa per effettuare una modifica di riduzione del rumore (specificato più avanti nell’articolo).

Il pin 5 (Video Composito) porta il segnale del video Composito.

Il pin 6 è già connesso all’alimentatore (5V) oppure non è connesso (NC). Secondo una ricerca di prima mano, la linea +5V è connessa alla porta video C64 in tutti i Commodore tranne che nei primi due modelli. La linea + 5V (sempre secondo una ricerca di prima mano) è presente a partire dalla scheda ASSY-NO. 250425. Possiamo quindi supporre che circa il 70% dei Commodore 64 abbia la linea elettrica collegata alla presa video.

Il pin 7 non fa capo ad alcuna connessione.

Il pin 8 porta il segnale di crominanza (CHROMA).

Per la realizzazione pratica del cavo, ed in riferimento alle connessioni lato SCART (presentato nello schema in allegato come “lato saldatura SCART”), è semplice: basta seguire i colori. Per poter collegare lo switch a leva (utilizzato come deviatore) che fa capo al pin 20 della SCART (rif. pin centrale) è possibile bucare, con un dremel (o un piccolo trapano), la presa SCART. La mia soluzione è stata quella di utilizzare uno switch a leva abbastanza piccolo da farlo entrare nella SCART.

Il pin 15, fa riferimento al segnale di crominanza. E’ presente una resistenza da circa 300 ohm il cui utilizzo è specificato nella sezione seguente.

I pin 17 e 4 sono le rispettive masse dei segnali video e audio. Sono tutti collegati assieme partendo dal pin 2 della DIN8 (Massa).

Con riferimento all’audio lato SCART, è possibile riportare dal pin 2 al pin 6 (audio sinistro) un collegamento. A tal riguardo, si otterrà un effetto dual mono, nel caso si vogliano utilizzare entrambe le casse del televisore. In alternativa, come già anticipato poco sopra, è possibile saldare (per ottenere lo stesso effetto) due cavetti al pin 1 della DIN8 e riportarli ai pin 2 e 6 della SCART. Anticipo solo, che l’utilizzo di due cavetti è d’obbligo se si vuole gestire l’audio dual mono mediante due distinte casse esterne.

Qualche piccola ottimizzazione

LO SCHERMO LCD
Nel caso si optasse per l’utilizzo di uno schermo LCD (nel caso dei monitor moderni), una prima ottimizzazione per migliorare l’immagine su un moderno televisore, consiste nell’utilizzo di una resistenza di valore compreso tra 200 e 330 ohm (è necessario effettuare qualche prova per determinare un valore ottimale: tutto questo dipendente dal monitor preso in cosiderazione). In questo caso un possibile effetto troppo sgranato (motivo apparentemente dovuto ad un segnale di crominanza troppo potente), può essere migliorato. Ovviamente non si avranno dei miracoli ma un’immagine più “sfumata” e meglio godibile. Consiglio l’utilizzo di un TV LCD massimo da 17 pollici per poter godere appieno di tale ottimizzazione.

LA RIDUZIONE DEL RUMORE
Per quanto riguarda invece, la riduzione del rumore di fondo (audio), nel caso si presentasse tale problema, vi è una soluzione semplice effettuabile lato DIN: è possibile mettere a terra il segnale Audio In, per il tramite di una connessione dal pin 4 (Audio In) al pin 2 della DIN8 (Massa). Nello schema in allegato, tale connessione è tratteggiata. Ciò permette di collegare l'ingresso audio a massa tentando di ridurre il rumore che l'ingresso audio rileva. Nessun miracolo anche in questo caso, ma assicuro che aiuta.

QUALCHE PICCOLA MODIFICA ALLO SCHEMA
Lo schema presentato può essere considerato, a tutti gli effetti, uno schema base per ottenere una maggiore personalizzazione. E possibile effettuare qualche piccola variazione allo stesso come riportato di seguito.

AUDIO NON GESTITO DA SCART
Partiamo dalle cose semplici. E’ possibile, nel caso si voglia utilizzare delle casse esterne, prevedere un jack audio stereo oppure uno o due cavi RCA che fuoriescono dalla DIN8. In quest’ultimo caso, consiglio di collegare il/i segnale/i audio all’Audio Out, e la schermatura al pin 2 (Massa) e poi portare il cavo/i cavi all’esterno dalla DIN. Questo è il classico setup della parte audio in riferimento al cavo S-Video (audio separato dal video).

SELETTORE AUDIO DA DIVERSE FONTI SONORE
Qualora si disponga di una interfaccia con doppio SID (ad esempio il SIDFX che ha una propria uscita audio indipendente su jack audio) oppure una Ultimate II+ è possibile integrare, nella presa SCART, l’audio generato da tali interfacce. A tal riguardo, in questi casi, è possibile portare alla presa SCART un segnale stereo. Sarà quindi sufficiente fare entrare nella SCART un cavo jack audio e collegare i rispettivi segnali ai pin 2 (canale destro) e 6 (canale sinistro) nonché le schermature al pin 4. Quest’ultima modifica è dedicata a televisori (ad esempio CRT) di fascia alta, che supportano l’audio stereo.

Le possibilità sono infinite, dipende solamente dalla fantasia.

Saluti.
Dani Hibari.

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
mer_ato: