Article

La linea Olivetti PRODEST

Cui prodest? (lett. "a chi giova?") Olivetti Prodest PC 128, Prodest PC 128S, Prodest PC1.
Tre computer molto diversi tra loro con un nome molto simile, due 8 bit e uno 16 bit IBM compatibile, ma che confusione avevano a Ivrea alla fine degli anni 80? Dal 1986 al 1988 e a cadenza annuale, probabilmente con l'idea di portare un PC semi professionale in tutte le case fecero tre bei scivoloni tutti di fila.
Non sembra davvero più quella Olivetti, ammirata da Steve Jobs e capace di stupire tutto il mondo informatico con la Programma 101 e con L'M24 di pochi anni prima.

(1986) Olivetti Prodest PC 128.
Il Primo della serie 'PRODEST' fu il Prodest PC 128.
Diciamocelo, a metà degli anni ottanta nella maggior parte delle case italiane era presente un Commodore, in qualche casa c'era forse uno Spectrum, in rari casi un MSX e in rarissimi casi un Olivetti Prodest PC 128.
In italia era molto conosciuto il brand Olivetti a livello professionale e qualche genitore, pensando forse di prendere il meglio sul mercato per il proprio figlio gli regalò uno di questi Olivetti. ARGH!! Dicono che le strade dell'inferno siano lastricate di buone intenzioni...
Nonostante la Olivetti già dal 1985 controllasse la inglese Acorn e avesse quindi "in casa" la ricca famiglia a 8 bit degli Acorn BBC, per qualche strana ragione fece un accordo con la Francese Thomson per ribrandizzare e ridistribuire in italia il Thomson MO6. Scelta davvero bizzarra secondo me se contiamo che i BBC avevano un parco software riccamente maggiore.
Design assolutamente identico al Thomson MO6, l'unica aggiunta fu il logo Olivetti Prodest e una nota di blu sul lettore di cassette. Davvero poco. Ne furono comunque venduti un certo numero per via del prezzo medio-basso.

Caratteristiche Tecniche:
NAME Prodest PC 128
MANUFACTURER Olivetti
TYPE Home Computer
ORIGIN Italy
YEAR 1986
LANGUAGE Microsoft BASIC interpreter
KEYBOARD Full stroke 69 key with 5 function keys and arrow keys
CPU Motorola MC 6809e
SPEED 1 MHz
RAM 128 KB
ROM 64 KB
TEXT MODES 40 or 80 chars x 24 lines
GRAPHIC MODES 8 modes, from 160 x 200 to 640 x 200 dots
COLORS from 2 to 16 among 4096
SOUND 3 channels, 7 octaves + white noise channel
I/O PORTS Light Pen, Joystick, Mouse, Centronics, Cartridge, External Audio, Bus, RGB
BUILT IN MEDIA built-in tape recorder
OS Microsoft BASIC
POWER SUPPLY Built-in power supply unit

Alcuni videogiochi usciti per PC 128:
Captain Blood, Super Tennis, La Mine aux Diamants, Las Vegas, Vampire, Sorcery, Beach Head II, Blue War II, The Way of the Tiger

(1987) Olivetti PC 128S.
Nel 1987 a Ivrea, qualcuno si rese conto di avere accesso al parco macchine Acorn e quindi decise di ridistribuire in italia l'Acorn BBC Master compact, probabilmente uno dei migliori 8 bit mai usciti sul mercato. Purtroppo però l'era degli 8 bit era al tramonto e il mercato era ormai orientato verso i 16 bit e se lo contendevano già i soliti Amiga e Atari ST.
In questo contesto l'Olivetti ebbe quindi la brillante idea di ribrandizzare l'Acorn BBC Master compact in Olivetti PC 128S e di metterlo in commercio alla cifretta di 995.000 lire con disk drive e monitor monocromatico.
Più caro di un amiga 500, chissà perchè non ebbe successo...
Dopo pochi mesi fu ribassato a poco più di 600.000, ancora troppo caro.
L'unica cosa degna di nota in questo caso è il design, molto migliorato rispetto al BBC Master, gli elementi di design blu su sfondo grigio riuscivano a dare un'impronta decisamente più professionale alla versione Olivetti. Naturalmente non bastò e complice anche il prezzo, ne vennero venduti ancor di meno rispetto al Prodest PC 128 senza S.

Caratteristiche Tecniche:
NAME Prodest PC 128S
MANUFACTURER Olivetti
TYPE Home Computer
ORIGIN Italy
YEAR 1987
LANGUAGE BBC BASIC Version 4
KEYBOARD Full-stroke 93-key with 10 function keys and numeric keypad
CPU 65C12 - CMOS version of the 6502 with minor technical changes
SPEED 2 MHz
RAM 128 KB
ROM 64 KB - OS: 32 KB, BASIC: 16 KB, ADFS: 16 KB
TEXT MODES 80 x 32/25 (2 colors) / 40 x 32/25 (2 or 4 colors) / 20 x 32 (16 colors) / 40 x 25 (Teletext display)
GRAPHIC MODES 640 x 256 (2 colors) / 320 x 256 (4 colors) / 160 x 256 (16 colors)
COLORS 16 (8 colors + flashing option)
SOUND 4 channels, 7 octaves
SIZE / WEIGHT Keyboard unit: 42.5 (W) x 21.7 (D) x 7.7 (H) cm
Expansion unit: 35.1 (W) x 33.3 (D) x 9.5 (H) cm
I/O PORTS RGB & Composite video out, RS232 (optional), Econet port (optional), Parallel printer, Disk-drive,

Joystick/mouse, expansion edge connector
BUILT IN MEDIA 1 or 2 3.5'' 640 KB floppy-disk drives
OS ADFS
POWER SUPPLY Switching PSU in the expansion box

Il PC 128S per lo meno poteva contare sul software del gemello Acorn BBC Master, tra cui Wordperfect e un vasto catalogo videoludico.

(1988) Olivetti PC1 Prodest.
La cecità dei manager eporediesi non si fermò qua, nello stesso periodo infatti la controllata Acorn in inghilterra produceva il primo computer con processore RISC al mondo. L'Acorn Archimedes 305: una vera bomba dotato di CPU ARM-2 8Mhz capace di arrivare a 5mips, capacità multimediali avanzatissime per l'epoca con un chip video capace di 256 colori in contemporanea sullo schermo e un chip audio a 8 canali stereo.
Cosa fecero a Ivrea invece di puntare per il mercato home/educational sugli Archimedes, magari ribrandizzandoli Olivetti Archimede?
Perchè non andare a fare concorrenza a Commodore Amiga e Atari ST con una macchina superiore come l' Archimedes A3000?
Perchè puntare su di un IBM compatibile piuttosto scarsino?
Le dotazioni prevedevano mouse e monitor a fosfori verdi, possibilità di secondo floppy o hard disk.
Di nuovo, l'unica nota a favore di questa macchina è il design, un all in one bello e compatto. Plastiche di ottima qualità.
Probabilmente in Olivetti credevano di fare i numeri grazie al parco software già esistente, ma allora perchè non mettere una CPU più capace del Nec V40 e una scheda video un tantino superiore come la Ega?
Non avremo forse mai una risposta a queste domande...

Il PC1 fu quello più azzeccato dei tre ed era basato su un sistema ormai universale: l'MS-DOS IBM compatibile con tantissimo software a disposizione.

Fu prevista anche una versione enanched del PC1 con scheda grafica EGA, Hdd e 640Kb di RAM, ma venne mai prodotta.

Oggi col PC1 si possono fare cose incredibili, si possono installare lettori di SD card e grazie al suo bus IBM compatibile si possono espandere con schede video EGA/VGA e schede audio soundblaster ISA.

Caratteristiche Tecniche
Modello Prodest PC1
Anno 1988
CPU Nec V40 a 8.0 MHz
Sistema operativo MS DOS
RAM 512 / 640 kb
ROM 16K (bios)
Testo 40 x 25 / 80 x 25
Grafica CGA: 320 x 200 / 640 x 200 4 colori
Suono 1 canale
Memoria di massa 1 o 2 Floppy 3.5'' 720 KB
Hard Disk Opzionale 20 Mb

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
ne_ozio: